Senza categoria

“Hai sofferto per quello che hai subito nel carcere portoghese da quel poliziotto? e allora ti devi fare una domanda: possibile che una persona che non conosci possa avere così tanto potere su di te? Possibile che basta che qualcuno ti scarichi addosso la sua frustrazione per farti piegare? ”

eppure a me interessa Fabrizio Corona. Nel suo recente libro “Mea Culpa” utilizza, forse con funzioni meramente commerciali, ma in modo pur sempre avvincente, la sua vicenda carceraria.

Mi sono chiesta cosa potesse interessarmi di questo personaggio ambiguo e sicuramente costruito mediaticamente. E mi sono risposta che mi interessano molte cose oltre l’aspetto gradevole.

Sicuramente l’esser fuori dalle righe, dunque l’imprevedibilità, il coraggio, l’amoralità o dubbia moralità che suscita curiosità, domande e l’attenzione delle vite medie e mediocri.

Poi l’abilità manipolatoria. il saper distorcere la realtà per i propri fini, il coraggio ostentato e forse finto, la conoscenza per costruire un business dubbio ma di profitto.

Poi la sfrontatezza. Perché essere educati se i media e l’ascolto premiano gli urlatori. almeno lui urla cose fuori dal comune. Non certo lo scontato moralismo della Turco che gli risponde in un’intervista bacchettandolo dalla cattedra di maestra della quinta elementare.

Che dire..staremo a vedere cos’altro saprà partorire..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...