Senza categoria

scavando…

E un giorno, come un dono, svegliarsi. Contemplare la “cattiveria”. Vedere che esiste. Quell’aspetto di dolore rimosso che fa male vedere e che c’è. Essere cresciuti nell’acredine, nel male travestito da bene e con orpelli di buon pensiero, ordine, pulizia e parche vacanze solo quando si deve.

Vedere che quel senso di ordine e dovere è l’unica cosa che si è identificato come servizio. Un ordine fine a sé stesso che diventa il “bene”. E vedere in ciò che è stato insegnato l’unica cosa “giusta”, trasmissibile. Assurgere i propri valori a universali assoluti. Pensare che il mondo e le stelle si muovano alle stesse opinioni, scoprire nella disfunzione della conformità, un dolore, una disobbedienza che non si spiega e diventa il “male”. Dover punire il difforme, dover livellare l’incomprensibile. Dover vivere come hanno fatto i nostri nonni e genitori. I nostri “eroi” da bambini.

Tutto ciò che era familiare era sacro. Religioso attaccamento all’unica verità. Indiscutibile. E dunque il male è “fuori”. Nel nuovo, nel diverso, in tutto ciò che non si comprende.

Cambiare opinione e direzione come una sacrilega mancanza di “carattere”. Rifiutare di analizzare, vedere oltre, capire, negoziare. Bollare gli “altri” in modo univoco e incontrovertibile. E soffrire al solo pensiero di “perdonare” sé stessi di un errore e gli altri dei propri; senza il bisogno di una silenziosa ed elaborata “vendetta”..

Il mondo del silenzio come spiegazione. La distanza come difesa che si crede affronto. Tutto l’inspiegato di un lungo, lunghissimo infantile disagio. E infine quell’oscuro pensare di stare persino bene. In fondo..la vita è solo questo

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...